CICLOMOTORI ED I QUADRICICLI LEGGERI

d.1) Ciclomotori

I ciclomotori sono soggetti a una tassa di circolazione di euro 22,00 in Lombardia.

Il pagamento, che, trattandosi di tassa di circolazione, non è legato alla proprietà del veicolo, come invece avviene per tutti gli altri veicoli:

va effettuato solo qualora il ciclomotore circoli su aree pubbliche;

in qualsiasi momento sia effettuato, ha validità per l’anno solare in corso (1° gennaio - 31 dicembre); può essere effettuato (senza applicazione di sanzioni) anche dopo il 31 gennaio, purché prima della messa in circolazione del ciclomotore; Nel caso particolare dei ciclomotori, sussiste ancora l’obbligo di esibire il contrassegno di pagamento su richiesta degli organi preposti al controllo su strada. Non c’è però obbligo di conservarlo per gli anni successivi. Le irregolarità nel pagamento sono rilevate su strada dagli organi preposti alla polizia stradale.

d.2) Quadricicli leggeri

Le stesse regole valide per i ciclomotori si applicano anche ai quadricicli leggeri, cui sono tecnicamente equiparati (v. DM 5 aprile 1994).

Dal 1° gennaio 2004 la Regione Lombardia ha modificato le tariffe rispetto a quelle in vigore nel resto d’Italia:

a. per i quadricicli leggeri alimentati a benzina, sono dovuti 50,00 euro annui;

b. per i quadricicli leggeri alimentati a gasolio, sono dovuti 50,00 euro annui, più 1,00 per ogni kW di potenza effettiva del motore.